7 novembre 2013

JEFF HAWKE e le Donne Stellari di Sidney Jordan

JEFF HAWKE E LE DONNE STELLARI

di Sydney Jordan
Mondadori 1978

La prefazione al volume di Ferruccio Alessandri:

Per chi non avesse letto in questa stessa collana Jeff Hawke e gli extraterresti riassumiamo rapidamente le note caratteristiche di autori e personaggi.
Autori: William Patterson per i testi e Sidney Jordan per testi e disegni. Data di nascita della serie:1974. Personaggi: Jeff Hawke, astronauta, ingegnere astronautico, colonnello della R.S.F. (Royal Space Force); Mac MacLean, suo vice; lo spazio.

Nazionalità della storia, degli autori e dei personaggi: inglese con esclusione dello spazio che ha ovvie caratteristiche internazionali. Meno ovvio è il significato con cui qui usiamo l'aggettivo internazionale. Infatti l'accezzione di questo termine qui non significa semplicemente che riguarda più nazioni, ma che riguarda più popoli alieni, più agglomerati extraterrestri, più sistemi politici dalle caratteristiche per noi incomprensibili, più individui planetari, più agglomerati viventi, più ammassi telepatici, più famiglie tecnocratiche, più repubbliche umanoidi... più... più... Più tutto quello di vivente, di intelligente, di organizzato, di politico c'è nello spazio delle storie di Jeff Hawke.

E ce n'è tanto, ma siccome gli autori hanno sempre dimostrato senso della misura e del rispetto per le conoscenze scientifiche, questo spazio sembra vuoto: è così grande che anche se abitatissimo non è affatto affollato. Qual'è in questo spazio internazionale la situazione spaziografico-politica del nostro pianeta? Be', in tanti anni di storie si è delineata abbastanza bene e non è affatto lusinghiera per noi.


La Terra è un piccolo pianeta di un piccolo sistema di un settore periferico piuttosto isolato della nostra galassia (e questo può confermarlo qualunque astronomo) e questo settore è una specie di protettorato. Nel senso che la Federazione Galattica, o quello che è, ha posto un veto di transito, tantomeno di sosta, comunque di contatto con gli esseri viventi della zona, in attesa che col tempo (un tempo molto lungo, ovviamente) diventino prima intelligenti e poi civili (o viceversa). Va da sé che i terrestri non sono considerati civili, alcuni non li ritengono neanche intelligenti, la quasi totalità ignora che esistono e chi lo viene a sapere lo dimentica subito dopo come un fatto senza importanza.

Ne consegue che i contatti con la Terra sono illegali o incidentali e involontari. Può capitare l'orda di barbari avanzati tecnologicamente che passa per di lì per caso, può esserci il contrabbandiere che si fa vivo, come il fuggiasco, l'esule, l'individuo unico che si fa le sue leggi e non riconosce le altrui. Per cui un contatto tra alieni e terrestri è per definizione sempre una crisi.

Il fulcro di queste crisi è Jeff Hawke. Intendiamoci, non è che Jeff sia il cercatore di gloria e di avventura dei fumetti. La sua vita è avventurosa per definizione (per forza, è astronauta!) ma la sua avventura quotidiana è fatta di programmi, spedizioni scientifiche, controlli di computer, responsabilità, rischi altamente calcolati. Diciamo che le sue storie rappresentano un eccezione a questa routine di per sé già affascinante.

In questo libro vi presentiamo tre storie che ben rappresentano l'ultima tendenza degli autori: i contatti di Jeff con le donne dello spazio, da quello cameratesco ( la donna della prima storia potrebbe benissimo essere un uomo nel ruolo che esercita, e in altri tempi lo sarebbe stato) a quello più profondo della relazione erotica totale nelle sue implicazioni telepatiche.

Solo poche annotazioni: Jeff Hawke sta diventando sempre più passivo nel suo ruolo avventuroso di cui si sta impadronendo sempre più Mac, la sua spalla, che ormai è spesso deus ex machina della situazione; òe donne stellari hanno indubbiamente un aspetto mediterraneo, il che per un inglese è naturalmente un aspetto esotico, ma che a noi fa sembrare lo spazio molto di casa nostra, con Vesta che assomiglia da matti a Gina Lollobrigida e Cio-Kondar che ah molto direttamente a che fare con noi... Non vogliamo rovinarvi la sorpresa. Buon diverrtimento.
Ferruccio Alessandri (dall'introduzione del volume)




Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...