20 ottobre 2013

DOVE LA TERRA BRUCIA di Giuseppe Galeani e Paola Cannatella

DOVE LA TERRA BRUCIA
Maria Grazia Cutuli
di Giuseppe Galeani e Paola Cannatella
2013 Rizzoli

Tecnicamente siamo arrivati al sedicesimo volume della collana Graphic Journalism allegata al Corriere della Sera, nel corso della scorsa estate.
Complessivamente una collana molto interessante, ma con i suoi alti e bassi nelle scelte delle opere che la compongono, ma questa è un'altra storia.

Oggi ci dedichiamo anima e corpo in questa struggente e umanissima opera di Galeani e Cannatella che ricostruisce la breve e intensa vita di Maria Grazia Cutuli, giovane giornalista uccisa in Afghanistan nel 2001 dalla barbarie talebana.

E' impossibile non rimanere catturati dal lavoro di Cannatella e Galeani che restituiscono nelle tavole la passione di una giornalista, il suo impegno professionale per essere sul luogo degli eventi, per poter essere sicura di portarsi/rci a casa un pezzo di verità, senza filtri, pura cronaca di guerra.

Quando mi trovo di fronte a racconti così pieni di umanità, ispirati a persone e fatti reali, tendo a schernirmi, perché l'empatia verso le persone può giocare brutti tiri all'intelletto; può togliere quella misura nell'analizzare i fatti nella loro fredda e spietata logica: perché in fondo, a Maria Grazia chi glie lo faceva fare di rischiare la vita? Aveva veramente capito cosa c'era in ballo in quel suo stare nell'occhio del ciclone?

Sono oziosi pensieri da poltrona, pensieri che ci fanno dimenticare di tutti quei giornalisti, non necessariamente reporter in zone di guerra, vanno ostinatamente fino in fondo, scavando nei fatti, scavando nelle cose, dando un senso alla notizia e descrivendo la realtà delle cose. E' grazie a loro che la verità viaggia, a discapito dell'arroganza dei potenti, ci arriva nei nostri salotti e ci aiuta a capire il perché, e cosa cosa succede, nelle strade del mondo.

Così quest'opera su Maria Grazia Cutuli non ci restituisce solo la passione di una persona persa, ma ci restituisce anche la sua Testimonianza, in senso cristiano, che ci imporrebbe, a tutti, di vivere nella quotidianità, in ogni nostra scelta, i valori che vogliamo difendere e che, crediamo, siano universali in questo ridicolo pianeta.

Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...