15 gennaio 2013

THE MAXIMORTAL di Rick Veitch

THE MAXIMORTAL

di Rick Veitch
Phoenix - 1997

The Maximortal di Rick Veitch è un fumetto che parla di uomini e superuomini, di eroi dai principi incrollabili e di supereroi crudeli. Detto questo, non ho detto nulla; mi risulta sempre molto difficile inquadrare le opere di Veitch, perché sembra che questo benedetto uomo faccia proprio di tutto per rendere non classificabile il suo lavoro. The Maximortal è un eroe eterno, che viaggia nel tempo e nello spazio che nemmeno il Doc Who... può modellare la materia, cambiare sesso, è l'androgino perfetto, Eros e Thanatos nella stessa entità fisica, l'inizio e la fine, l'alpha e l'omega.

Maximortal è l'eroe non protagonista di Bratpack, dello stesso autore; persino alcune vicende narrate in questo volume sono ambientate a Slumburg.

Detto questo, non ho detto nulla; non possiedo né il tempo, né la voglia, ne gli strumenti per fare un'esegesi di questo fumetto, sarebbe utile che qualcuno più in gamba di me ci dedicasse del tempo: ne vale la pena.

La chiave di lettura di quest'opera credo però di averla trovata in due vignette che, per questo, sono il fulcro narrativo, dove l'arcano viene spiegato.

La prima è un dialogo tra gli alter ego di Einstein e Oppenheimer dove Einstein dice all'altro:-...Ti consiglio di prendere in seria considerazione quello che Bohr e Schridunger hanno fatto con la teoria dei quanti. Le loro ricerche indicano che la coscienza stessa influisce sugli eventi! Allora se c'è abbastanza gente che crede in un'idea. Bé. In qualche modo... puf! diventa reale!-

Qualche pagina più avanti, troviamo sempre Einstein che riflette di fronte ad una formula sulla lavagna: Realtà= Fede x Coscienza.
Detto questo, credo d'aver detto tutto.
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...