1 ottobre 2011

STAR WARS: Squadriglia Rogue Ala-X - La Principessa guerriera

STAR WARS: Squadriglia Rogue Ala-X - La Principessa guerriera - 2001 - Magic Press

Continuiamo e completiamo l'introduzione pubblicata sull'albo STAR WARS: Squadriglia Rogue Ala-X - Campo di battaglia Tatooine scritta da Timothy Zahn. La parte precedente la trovate sul post del 23 settembre scorso.

A dire il vero, rimasi sorpreso. Piacevolmente sorpreso. Nelle numerose pagine in cui compariva Karrde, trovai si e no tre parole che ritenevo dovessero essere cambiate. Tre parole. Era evidente che Mike conosceva bene i miei personaggi.

Di li a poco ebbi l'occasione di lavorare nella situazione opposta. Firmai un ocntratto per scrivere un altro romanzo di Star Wars per la Bantam ( che alla fine si sviluppò in due libri, ma questa è un'altra storia), e quando ebbi finito il canovaccio e mi misi al lavoro, telefonai a Mike per assicurarmi che le nostre trame non si contraddicessero a vicenda. Nel corso della conversazione mi resi improvvisamente conto che una cosa che aveva a che fare con Booster Terrik si adattava perfettamente a un punto della trama che avevo già scritto. Lo feci notare e proposi di fare un collegamento. Mike accosentì con entusiasmo che aggiungessi Booster alla mia storia, e gli inviai il capitolo non appena fu pronto. Mi chiese di cambiare più o meno (avete indovinato) tre parole, e così ebbe inizio il processo di inserire collegamenti incrociati tra i nostri libri.

Alla fine diventò una routine abbastanza prevedibile. Uno dei due chiamava l'altro con una di cinque minuti su qualcosa che stava scrivendo; e quando riattaccavano ( di solito più di un'ora dopo) avevano trovato un altro collegamento o due da sviluppare. Alla fine, Mike aggiunse Mara Jade e Winter al suo elenco di personaggi presi da altri romanzi; e io ricambiai il favore inserendo Corran e Mirax nei miei.

Terminò i suoi romanzi e, ancora una volta, pensai che la mia parte del progetto fosse conclusa. Di nuovo, quanto mi sbagliavo. La Dark Horse Comics, infatti aveva smesso in cantiere una nuova serie di fumetti basata sugli Ala-X. Di li a poco, come è ovvio, Mike si mise a scrivere le storie per la Dark Horse.

E, ancora una volta, tornammo alla vecchia routine. Uno dei due telefonava all'altro per parlare di convention o contratti, o semplicemente per raccontare le ultime novità del Margine Esterno del mondo editoriale ( ormai parlavamo di altre cose oltre che delle trame dei nostri romanzi ): Mike mi raccontava le idee che aveva in mente, che si andavano ad aggiungere alle mie trame sempre più elaborate. A volte il collegamento non era perfetto, e dovevamo passare un'altra mezz'ora per escogitare la maniera per farlo funzionare nelle nostre rispettive trame.

A un certo punto, a Mike furono proposti altri romanzi di Star Wars, una nuova avventura basata sugli Ala-X e un romanzo di Star Wars cosiddetto "tradizionale". Seguirono altre telefonate, altri collegamenti. Di alcuni, in effetti, ne discutemmo tanto che mi è difficile ricordare chi fu il primo ad avere l'idea originale.

Ma mentre aspettate questi libri, c'è Campo di Battaglia: Tatooine a farvi compagnia. Originalmente in quattro parti, riporta Wedge Antilles e la Squadriglia Rogue dove ha avuto inizio la saga di Star Wars: il rovente mondo desertico di Tatooine, casa di Luke Skywalker. Giunti per quella che doveva essere fondamentalmente una visita di convenienza, si troveranno invece costretti ad affrontare pericoli, intrighi, gioco di squadra e dialoghi vivaci: in poche parole, il genere di narrazione che Mike sa fare meglio. Oltre alla storia di Mike, troverete anche la bellissima sceneggiatura di Jan Strnad, non chè i disegni straordinari del gruppo di John Nadeau, Jordi Ensign, Perry McNamee, Dave Nestelle e Mark Harrison. D'altronde, un libeo di fumetti è un opera fatta di collaborazione.

Ah, e i guai cui ho accennato all'inizio di questa introduzione, i guai che avrei dovuto sapere che sarebbero arrivati? Ce ne sono un sacco anche di quelli. Guai per Wedge, guai per la Squadriglia Rogue, guai per tutta la Nuova Repubblica. D'altronde, creare guai è una delle tante cose che Mike sa fare benissimo.

Ma non credetemi sulla parola. Andate alla prima pagina della storia, praparatevi alle entusiasmanti avventure della Squadriglia Rogue e buttatevi a capofitto. E buon divertimento! Ah, Mike: la prossima volta pago io da mangiare.

Timothy Zahn.
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...